fbpx
Ricerca per:

LA MINILAPAROSCOPIA

minilaparoscopia, strumenti minilaparoscopiciLa chirurgia laparoscopica, grazie alle sue piccole ferite che vanno da 5 mm a poco meno di 2 cm a seconda del materiale utilizzato, è stata a ragione per tantissimo tempo considerata il “gold standard” della mininvasività: oggi però questo titolo spetta di diritto alla minilaparoscopia.

Grazie agli sviluppi tecnologici dell’industria di produzione della strumentazione chirurgica oggi possiamo disporre di strumenti laparoscopici più evoluti rispetto ai tradizionali, di maggior precisione e di dimensioni dimezzate: si tratta degli strumenti da minilaparoscopia, con diametro inferiore a 3 mm, che vengono introdotti attraverso ferite tanto piccole da non necessitare di suture.

Con gli strumenti da minilaparoscopia possono essere effettuati tutti gli interventi chirurgici tradizionalmente realizzati attraverso la classica via laparoscopica: colecistectomie, appendicectomia, riparazioni di ernie inguinali, ombelicali e laparoceli, interventi sull’intestino e per il reflusso gastro-esofageo. Il risultato è la minore invasività ed il minor dolore postoperatorio – in altri termini: il più rapido ritorno alle proprie attività e alla propria vita normale. I vantaggi cosmetici sono evidenti: le incisioni realizzate per l’introduzione degli strumenti minilaparoscopici sono così piccole da non necessitare, al termine dell’intervento, di essere suturate e da essere pressoché invisibili. Inoltre, dal punto di vista delle complicanze postoperatorie i vantaggi sono altrettanto evidenti: le minori dimensioni degli strumenti riducono il sanguinamento ed il trauma dei tessuti, il che si traduce in una minor necessità di assumere farmaci contro il dolore e in una minore limitazione dei movimenti – quindi, in una migliore qualità della convalescenza. E tutto ciò solo grazie all’uso di strumenti più sottili: come diceva Leonardo da Vinci, “la semplicità è la sofisticazione finale”: oggi possiamo senza dubbio affermare che per la sua semplicità la chirurgia minilaparoscopica può essere considerata l’evoluzione più sofisticata della chirurgia laparoscopica.

Immaginiamoci se la splendida Marilyn Monroe fosse stata operata di colecistectomia per via minilaparoscopica invece che con il tradizionale taglio sull’addome…

colecistectomia, cicatrice, Marilyn Monroe

minilaparoscopia, colecistectomia minilaparoscopica, laparoscopia, colecistectomia

A sinistra la cicatrice della colecistectomia della splendida Marilyn Monroe. Sopra, una paziente operata di colecistectomia per via minilaparoscopica: dove sono le cicatrici?

Il Dr. Cuccomarino è un pioniere in Italia nell’uso degli strumenti minilaparoscopici per interventi come la riparazione endoscopica mininvasiva della diastasi dei retti con la tecnica REPA, la riparazione di ernie inguinali e addominali e di laparoceli, la colecistectomia, l’appendicectomia e molti altri interventi addominali.

Vuoi saperne di più sui nostri interventi in minilaparoscopia? Contattaci!

O scrivici: